“La definizione dell’impresa culturale e creativa quale figura riconosciuta dall’ordinamento è forse il nostro primo piccolo passo verso ‘cultura 4.0’. Da qui passa l’unico sviluppo possibile del nostro paese, dall’investimento in ciò che nella storia siamo stati, in ciò che siamo e che è nel dna del sistema Italia. Un paese straordinariamente ricco di cultura e di creatività: ce lo riconoscono gli altri, forse con questa legge stiamo iniziando a riconoscerlo anche noi”. 

Read more ...